Cos’è il content marketing, come farlo, vantaggi



Cos’è il content marketing? Sono tantissime le persone che, intenzionate a promuovere online la propria attività – p.e. assoldando influencer – si pongono domande in merito. Se ti stai chiedendo anche tu cosa si nasconde dietro a questa espressione, non ti resta che proseguire nella lettura dell’articolo.

Content marketing: di cosa si tratta?

Quando si utilizza l’espressione “content marketing” si inquadra un approccio al marketing che prevede la realizzazione e la condivisione di contenuti di valore su diverse piattaforme, dal blog aziendale ai social media. Rientrano negli strumenti del content marketing i blog post, ma anche i contenuti video.

Come farlo al meglio

Come farlo al meglio? Nel momento in cui si punta a dare una svolta alla propria presenza online grazie al content marketing, bisogna innanzitutto avere una strategia. Scrivere articoli sul proprio blog perché lo fanno tutti non ha senso. Fondamentale è capire, attraverso strumenti come Google Analytics, cosa cerca il pubblico che approda sul sito, quanto tempo vi rimane etc.

Gli Analytics si possono trovare anche su piattaforme come Facebook e Instagram e aiutano a capire come si comportano gli utenti nel momento in cui cercano i contenuti e interagiscono con essi.

Il passo che arriva dopo la strategia è la creazione vera e propria del contenuto. Nel momento in cui la si gestisce, bisogna concentrarsi su diversi aspetti. Basilare, per esempio, è rispettare l’identità verbale dell’azienda o del professionista. Ciò implica, in concreto, utilizzare determinate espressione e specifiche immagini capaci di identificare, a loro modo, l’unicità di un business.

Un altro punto da tenere presente è quello della SEO (Search Engine Optimization). Questa disciplina, estremamente ricca e complessa, si pone come obiettivo il miglioramento della visibilità sui motori di ricerca a fronte dell’inserimento di specifiche parole chiave e senza ricorrere ad annunci a pagamento.

Un blog post ottimizzato SEO ha specifiche caratteristiche. Tra queste è possibile citare la divisione in paragrafi per facilitare la lettura, così come la presenza di link, sia interni sia esterni al sito, grazie ai quali è possibile prendere per mano l’utente e offrirgli preziosi strumenti di approfondimento.

Perché fare content marketing e quali sono i vantaggi

Oggi come oggi, l’utente non acquista il prodotto in sé, ma va più a fondo. Cerca l’unicità, l’esperienza, il legame emotivo con il brand e la sua storia, con l’impegno di chi lo ha creato, con i valori.

Il content marketing aiuta tantissimo da questo punto di vista. Metterlo al centro della propria strategia significa distinguersi dai concorrenti che, molto spesso, considerano solo il soddisfacimento dei bisogni pratici e non la necessità di colpire il mondo emotivo e interiore del proprio target.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a elencare i vantaggi derivanti dal focus sul content marketing nella propria strategia online. Grazie a tale approccio, è per esempio possibile collocarsi come esperti in un determinato settore e come punto di riferimento per la risposta ai dubbi. Questo può portare, a lungo andare, a un miglioramento delle vendite.

Per comprendere come mai, è utile fare un esempio. Immaginiamo di entrare in un negozio di vestiti alla ricerca di un capo per un’occasione importante. È meglio vedersi “assaltare” dai commessi pronti a proporre soluzioni su soluzioni quasi a caso o, dopo aver espresso la propria esigenza, farsi guidare da una persona che descrive le caratteristiche dei principali capi e sottolinea che un determinato tessuto è particolarmente adatto a chi ha problemi di sudorazione piuttosto che a chi, invece, ha la necessità di camuffare un determinato difetto fisico?

Senza dubbio la seconda opzione, che vede in primo piano una spiegazione delle caratteristiche del prodotto che, concretamente, possono migliorare la vita dell’utente e, alla base, un ascolto delle sue esigenze e dei principali dubbi.

Articoli simili

I più visitati