Marketing Etico: cos’è, come funziona e i vantaggi offerti



Il Marketing Etico è un modo interessante per promuovere i servizi e i prodotti della propria azienda. Siamo soliti associare il marketing alla guerra, alla lotta contro i competitor e, spesso, persino all’inganno nei confronti dei consumatori, pur di vendere. Contrapposto a tutto ciò, troviamo un modo di fare marketing che può portare a innumerevoli vantaggi.

Che cos’è il Marketing Etico

Per fidelizzare i clienti, è necessario adottare determinati valori importanti, come la lealtà, la trasparenza e l’autenticità. Significa che vendere è importante, ma non è tutto. Promuovere è essenziale, ma non a costo di perdere i consumatori più fedeli. I principi del Marketing Etico sono molto interessanti: si rispetta la comunicazione (e alla base c’è la verità). Si mira a una forma di intrattenimento sana e pulita. Non c’è trucco, non c’è inganno.

Naturalmente, chi decide di puntarci non può in alcun modo compromettere la privacy della clientela. Tecnicamente, non si potrebbe mai, ma esistono anche i marketers senza scrupoli. Definire l’etica può rivelarsi difficile, soprattutto perché è strettamente connessa alla moralità umana, che può variare in base a tanti fattori, come la sensibilità di una persona.

Come investire nel Marketing Etico

Scegliere di adeguarsi al Marketing Etico potrebbe non essere semplice all’inizio, soprattutto se si viene da un momento critico, dove si è scelto di puntare sulla guerrilla marketing o sull’analisi dei competitor o ancora sulle promozioni aggressive di prodotti e servizi. Per bilanciare il giusto grado tra persuasione e trasparenza è necessario affidarsi ai migliori esperti del settore.

Il concetto di etica applicato al marketing va a costruire la sensibilità della pubblicità. Le aziende che hanno deciso di affidarvisi hanno intravisto dei risultati, ma attenzione: si può sempre cadere in qualche tranello o trappola. In che modo? Magari adottando la filosofia green o ambientale nel modo sbagliato e condividendo dati non reali o ancora ingigantiti: le fake news sono all’ordine del giorno. Se scegliete di sposare una causa, fatelo bene.

Perché promuoversi in modo “pulito”?

Il Marketing Immorale è enormemente diffuso, diciamocelo. Un problema da risolvere, possibilmente nell’immediato, che però vale ancora alla vecchia maniera. Le affermazioni sono spesso non verificate e si tende (tantissimo) a stereotipare le donne. Il Marketing Etico, invece, va a contrapporvisi: si sceglie di essere veri, sinceri, trasparenti, autentici e, sì, anche inclusivi.

La pubblicità cambia e si adatta soprattutto alle risposte dei consumatori. Abbiamo avuto modo di imparare negli ultimi anni che l’appeal delle pubblicità è calato tantissimo. Basti pensare che i grandi marchi e le aziende usano e sfruttano gli Influencer Marketing per attrarre la nuova clientela, soprattutto tra i giovani. Promuoversi in modo pulito ha dei benefici da considerare. Forse, l’ennesima campagna pubblicitaria aggressiva potrebbe portarti a perdere clienti, invece di attrarne di nuovi.

Vantaggi

Il Marketing Etico rappresenta il futuro. Per il momento, è solo un’idea per tanti, ma per molti è già la realtà. Sempre più aziende rinunciano al Marketing Sporco e Ingannevole perché sono i consumatori stessi a chiedere maggiori attenzioni nei loro confronti. Se i profitti calano, se i servizi non conquistano, se le pubblicità le sparano grosse, il cliente oggi se ne accorge. Anche e soprattutto a seguito di internet, di un più alto livello di informazione e della lotta alle fake news e all’esagerazione.

Puntare sulle pubblicità etiche o promuoversi in modo positivo e sincero può incrementare il livello stesso della fidelizzazione della clientela, nuova e vecchia. Garantire il rispetto verso i consumatori è importante, soprattutto per contrastare i problemi che possono sorgere a seguito del Marketing Immorale: per esempio, un calo drastico dei profitti e la scontentezza dei clienti.

Similar Articles

Comments

Most Popular