Google, in arrivo il primo negozio fisico del gigante di Mountain View



La storia del motore di ricerca Google è affascinante: oggi, a 24 anni dalla sua fondazione, ha deciso di aprire il primo negozio fisico a New York. Era il 1995 quando il motore di ricerca era solo un’idea, un’ispirazione nella mente di Larry Page e di Sergey Brin.

Il resto è storia: sebbene i due non fossero propriamente d’accordo su tanti aspetti, decisero comunque di lanciarsi e di aprire la loro partnership. Google è nato in una semplice camera universitaria e oggi è il motore di ricerca più autorevole e utilizzato sul web. Sapresti immaginare la tua vita senza Google?

Nella loro camera, Larry e Sergey cercavano di capire come i singoli link potessero essere raccolti in un unico motore di ricerca, sfruttando la World Wide Web. All’epoca, però, Gooogle non si chiamava così, bensì Backrub. Negli anni, la sua attenzione e importanza è cresciuta nel tempo. E ora si prospetta un primo negozio fisico!

Google apre il primo negozio fisico a New York

Il gigante di Mountain View ha deciso di fare un passo importante, puntando all’apertura del primo store a Chelsea, ovvero New York. Per il momento, ci sovviene un accostamento con un altro negozio iper tecnologico, ma non solo: l’attenzione al design della Apple è rinomata. E sembra proprio che il motore voglia eguagliarla, se non superarla.

Ma che cosa si potrà comprare all’interno dello store? In realtà, il negozio sarà una realtà molto ampia, in cui “i clienti potranno sperimentare l’hardware e i nostri servizi in modo utile”. Ovviamente, saranno anche disponibili molti prodotti, che in ogni caso online si troveranno su GoogleStore.com. Anche noi dall’Italia avremo dunque l’occasione di valutare e acquistare qualche prodotto.

Principalmente, la selezione dei prodotti disponibili sono i telefoni Pixel, sarà presente il marchio Nest, così come i famosi tracker FitBit. Ma questo non è tutto, perché all’interno del negozio saranno presente dei professionisti di Google, che cercheranno di spiegare ai clienti come sfruttare il massimo potenziale dei vari prodotti o servizi.

Al momento, Google dispone di più di 60.000 dipendenti in molti dei paesi del mondo. Vende e realizza prodotti, guarda al futuro, pensa alla tecnologia in modo laterale, si appassiona alle nuove, per proporre beni innovativi. Dalla camera universitaria al garage, Google approda a New York. Ma riuscirà a vincere e affermarsi?

Una mossa strategica?

Per il momento, siamo totalmente assuefatti dagli store online. Conosciamo molto bene il valore di Amazon, che è diventato ormai un colosso. Sempre più raramente andiamo nei negozi per acquistare beni e servizi. Andiamo online a caccia delle offerte migliori, siamo fin troppo abituati allo shopping sul web.

Appare indubbiamente una mossa strategica e quasi rischiosa, ma c’è da dire che il negozio verrà ospitato proprio nel campus urbano di Google, uno dei centri più importanti, in cui sono presenti ben 11.000 dipendenti. “Google è a New York da 20 anni e consideriamo il negozio come una naturale estensione del nostro impegno per la città”, aveva detto Rosenthal.

L’obiettivo probabilmente non è solo vendere, ma attrarre quanti più clienti: è il primo al mondo, sarà un po’ come un’attrazione. Dire “sto andando da Google” sarà possibile. Inoltre, non si precludono in futuro di ampliare il concetto di spazio fisico, perché valuteranno i feedback dei clienti sul negozio. Magari, tra qualche anno potremo persino averlo in Italia: tutto dipenderà da questo primo store.

Similar Articles

Comments

Most Popular